COMUNICATI & NEWS

AGOSTO 2021

COMUNICATO del 12.08.2021

IL PECORINO SARDO DOP PROTETTO ANCHE IN GIAPPONE

E’ con grande soddisfazione che il Consorzio di Tutela annuncia l’accoglimento dell’istanza di registrazione presentata alle Autorità Giapponesi per tramite del nostro Ministero delle Politiche Agricole e della Commissione UE.

Il PECORINO SARDO DOP (inclusa la traduzione e la traslitterazione in giapponese della denominazione letterale) dal 2 AGOSTO 2021 risulta ufficialmente inserito nella nuova lista delle Indicazioni Geografiche SOGGETTE a PROTEZIONE in GIAPPONE pubblicata dal MAFF (MINISTRY OF AGRICOLTURE, FORESTRY and FISHERIES) – Intellectual Property Division, Export and International Affairs Bureau di TOKYO, disponibile al seguente link https://www.maff.go.jp/e/policies/intel/gi_act/designation.html

Davvero un bel risultato del gioco di squadra!

MAGGIO 2021

COMUNICATO del  28.05.2021

Finalmente si riparte!
E’ ufficialmente iniziato il nostro Tour insieme ai Grandi Formaggi DOP, con tappe in GERMANIA – FRANCIA – SVEZIA – GRAN BRETAGNA – USA e GIAPPONE.
In collaborazione con la nota Associazione I LOVE ITALIAN FOOD, Il Pecorino Sardo, insieme all’Asiago al Taleggio e al Gorgonzola porterà il Made in Italy all’attenzione degli operatori esteri del food e del settore Ho.Re.Ca dopo oltre un anno di interruzione forzata delle attività di comunicazione.
Utilizzando la formula delle MASTERCLASS DIGITALI, esperti del settore illustreranno di volta in volta ad una platea qualificata di addetti ai lavori tutte le peculiarità delle zone di origine e gli aspetti sensoriali dei 4 formaggi , con possibilità di approfondire in diretta con i rappresentanti dei Consorzi di Tutela  ogni e qualsiasi aspetto legato anche alla loro commercializzazione nei vari mercati di riferimento.
Grande successo per il primo appuntamento interamente dedicato agli operatori del Mercato Tedesco, svoltosi il 10 Maggio.
Interesse e voglia di approfondire da parte di oltre 100 operatori tra ristoratori, giornalisti del food, referenti della distribuzione organizzata collegati da numerose località della Germania….prossima tappa Parigi!

 

FEBBRAIO 2021

COMUNICATO del 09.02.2021 
Chiuso il Bilancio 2020: in crescita la produzione del PECORINO SARDO MATURO, in leggera flessione quella del PECORINO SARDO DOLCE. 
I dati si riferiscono alle produzioni certificate e marchiate attraverso l’apposizione, su forme intere e porzioni di forma, dei contrassegni con codice alfanumerico rilasciati dal Consorzio di Tutela o con codice aziendale univoco. 
La situazione straordinaria venutasi a determinare a causa della pandemia COVID-19, anche nell’ultimo periodo dell’anno, ha continuato a penalizzare le produzioni a breve e brevissima maturazione come il Pecorino Sardo Dolce, favorendo di contro quelle a media e lunga stagionatura come il Pecorino Sardo Maturo.
DATI ANNO 2020
  • Pecorino Sardo Dolce: forme TOTALI marchiate n.233.666

CALO pari al 9,5% rispetto all’ANNO 2019 che si era chiuso con 258.142 forme

  • Pecorino Sardo Maturo: forme TOTALI marchiate n.470.642 

INCREMENTO pari all’8,3% rispetto all’ANNO 2019 che si era chiuso con 434.446 forme

Nel 2020 sono state complessivamente marchiate 704.308  FORME di PECORINO SARDO DOP 👉 +1,7% rispetto al 2019 pari a  20.187 QUINTALI 👉  +3,5% rispetto al 2019

LUGLIO 2020
COMUNICATO del 16.07.2020
Il CONSORZIO di TUTELA del PECORINO SARDO  rilancia la CAMPAGNA di COMUNICAZIONE partendo dai SENTIERI del SORRISO e dalla DOP a Km zero
Valorizzazione della Zona di Origine e sostegno alla filiera corta: riparte da qui la campagna di comunicazione del Consorzio di Tutela del Pecorino Sardo DOP.
Dopo l’annullamento forzato di tutte le fiere e dei numerosi eventi in programma per il 2020 in Italia e all’estero, il Consorzio di Tutela ripensa alla propria attività di comunicazione post-lock-down e lo fa rivolgendosi soprattutto al consumatore italiano, visto che su tutti prevarrà il turismo di prossimità, e ripartendo da dove tutto nasce: la Sardegna, terra di origine e produzione della DOP.
E’ oramai certificato da numerosi studi che sostenibilità, natura e salutismo stanno convergendo verso un nuovo stile di vita più “etico”, dove vengono premiati sempre di più i cibi sani e certificati, prodotti in ambienti naturali e incontaminati.
La Comunicazione del Consorzio di Tutela si inserisce pertanto all’interno di questo nuovo scenario per offrire nuovi originali stimoli al consumatore finale sempre più informato, consapevole e salutista e nasce quindi con l’intento di proporre una diversa esperienza di viaggio in Sardegna! E’ un viaggio a tappe che inizia nei luoghi di produzione del PECORINO SARDO DOP e prosegue lungo i “sentieri del sorriso”, toccando siti archeologici, centri d’arte e cultura, musei, sagre e feste paesane presenti in tutta l’isola.
Il Pecorino Sardo diventato “emoticon”, si trasforma in sorriso e “contamina” così i percorsi di cui è il protagonista.
Il risultato si traduce in 24 Itinerari che si diramano dai 24 caseifici inseriti nel sistema di certificazione e controllo e che consentiranno a chi si trova in Sardegna una più facile ed immediata associazione della Denominazione Protetta al suo Territorio di produzione, ricco non solo di bellezze naturali, ma anche di monumenti storici e tradizioni antichissime.
Per favorire la scoperta dei sentieri, il Consorzio di Tutela ha creato una sezione interamente dedicata ai “sentieri del sorriso” https://www.pecorinosardo.it/scopri-i-sentieri-del-sorriso/  e  lanciato una campagna di comunicazione sui principali canali social.
L’obiettivo è quello di avvicinare, interessare e incuriosire ancora di più il consumatore sia residente che non residente nel territorio della DOP, incentivare l’acquisto del Pecorino Sardo laddove viene prodotto e dare risposte a chi è alla ricerca di esperienze interattive, coinvolgenti e immersive.
GIUGNO 2020
COMUNICATO STAMPA del 25.06.2020 AIUTI AGLI INDIGENTI
Il SOSTEGNO ALLE FASCE SOCIALI PIU’ DEBOLI deve passare attraverso il SOSTEGNO ALLE FILIERE CERTIFICATE PIU’ A RISCHIO
Anche il Consorzio di Tutela del Pecorino Sardo si unisce al Consorzio del Pecorino Romano per chiedere alla Ministra Bellanova interventi urgenti a sostegno della filiera lattiero-casearia ovina della Sardegna a marchio DOP.
Il Consorzio ha inviato all’attenzione del Ministro una istanza formale di inclusione della DOP nei Bandi Indigenti di prossima pubblicazione, facendo presente che “nonostante l’impegno profuso da tutti gli operatori della filiera, proprio nel momento in cui il Paese sta ripartendo, la produzione del Pecorino Sardo DOP, che in questi ultimi anni ha registrato una crescita costante, rischia di risentire pesantemente degli effetti della crisi dei consumi che è oramai sotto gli occhi di tutti e di subire un grave battuta d’arresto.
Si è infatti materializzata all’orizzonte una criticità altamente insidiosa, che diventerà una vera emergenza sociale, qualora le misure socio-economiche adottate a più livelli, non sortiscano l’effetto sperato nell’immediato periodo, ovverosia:
  • il tracollo della capacità di acquisto delle famiglie, le quali potranno concentrarsi unicamente sulle necessità di base e non certo sui prodotti di fascia medio-alta;
  • l’aumento del tasso di povertà, oramai purtroppo certificato da moltissimi studi di settore.
Di fronte a questa situazione del tutto straordinaria che è ben lungi dall’essere superata, con il DECRETO RILANCIO sono state assegnate al mondo dell’Agricoltura nuove importanti risorse ed il Consorzio di Tutela ritiene che l’ulteriore dotazione di 250milioni disposta per il Fondo di Emergenza Alimentare contribuirà senz’altro a sostenere la produzione nazionale delle DOP e delle IGP e contestualmente a ristorare le FASCE SOCIALI PIU’ DEBOLI a rischio di povertà assoluta.
In tale contesto” conclude la Nota del Consorzio inviata alla Ministra Bellanovanessuno deve restare indietro e …anche il Pecorino Sardo DOP chiede di essere inserito tra i prodotti oggetto di intervento dei Bandi AGEA per il sostegno agli Indigenti di prossima pubblicazione. Per la nostra filiera, profondamente radicata nel contesto socio-economico della Sardegna, sarebbe una vera boccata di ossigeno e, fatto non meno importante, la nostra DOP starebbe al passo con gli altri formaggi a Indicazione Geografica penalizzati dalla crisi, oggetto di interventi similari”, come lo stesso Pecorino Toscano  – che risulterebbe già inserito nel paniere  – e la cui situazione di crisi è del tutto assimilabile a quella in cui versa il Pecorino Sardo, che invece ad oggi parrebbe escluso.
APRILE 2020
COMUNICATO STAMPA del 22.04.2020: Le risposte all’emergenza COVID-19
Sostegno alle fasce sociali più deboli nella Zona di origine;
Piano di promozione straordinario a difesa del Made in Italy;
Alleggerimento degli oneri di stoccaggio.
Il Consorzio del Pecorino Sardo fa sua la proposta rivolta alla Regione da Coldiretti Sardegna e a livello nazionale rilancia su promozione e ammasso privato.
Dalla crisi si deve uscire uniti e tutti insieme, l’alternativa non esiste
Il momento che non solo l’Italia ma tutta Europa e il mondo intero sta attraversando è drammatico e non ha precedenti nella storia dal secondo dopoguerra ad oggi.
Tutto il settore agroalimentare comprese le filiere a qualità certificata quale appunto quella del Pecorino Sardo DOP ha dovuto ripensare completamente il proprio modus operandi e rispondere all’emergenza garantendo nel modo più assoluto la continuità delle forniture, con standard di qualità e sicurezza elevatissimi. Nel mese di Marzo, quando le misure restrittive sono state adottate solo in Italia a fronte di una epidemia dilagante, alle oggettive difficoltà iniziali legate soprattutto all’adozione di tutte le misure di contenimento, sicurezza e distanziamento all’interno dei caseifici si sono aggiunte difficoltà di natura commerciale legate all’assurda pretesa da parte di non pochi clienti esteri dell’attestazione “virus free” in etichetta. Fortunatamente la risposta istituzionale è stata immediata e, grazie al tempestivo intervento del Mipaaf, sono stati forniti alle imprese tutti gli strumenti giuridici e normativi per contrastare questa pratica commerciale del tutto illegale, sleale e fortemente dannosa per l’agroalimentare italiano. L’intero sistema delle Indicazioni Geografiche DOP e IGP ha fatto inoltre quadrato sulla difesa del Made in Italy e insieme alle Organizzazioni del mondo agricolo ha immediatamente avviato una campagna nazionale a difesa e sostegno delle nostre eccellenze alimentari lanciando sui canali social la campagna #iomangioitaliano, a cui ha ovviamente aderito anche il Consorzio del Pecorino Sardo.
Le difficoltà comunque permangono.
Gli approvvigionamenti di incarti e materiali destinati al confezionamento del prodotto finito risentono fortemente delle restrizioni in materia di trasporti così come la distribuzione del prodotto sul territorio nazionale; i caseifici sardi, TUTTI in produzione, affrontano quotidianamente mille difficoltà e, ad un mese di distanza dall’adozione del lockdown in tutta Italia, il Consorzio di Tutela, se da un lato – al pari di altri – conferma un incremento della domanda domestica della DOP, specie il preconfezionato in spicchi, da parte di GDO e DISCOUNT, dall’altro registra una flessione delle esportazioni e l’arresto pressoché totale dei canali di vendita legati al settore Ho.Re.Ca, al Retail specializzato, all’Ingrosso con danni enormi soprattutto per i piccoli produttori di Pecorino Sardo. Per non parlare del fatto che lo stesso andamento positivo ad oggi registrato sul versante della Distribuzione Organizzata, permanendo lo stato di emergenza, dovrà presto fare i conti con il calo della capacità di acquisto delle famiglie, le quali nel medio medio/lungo periodo si concentreranno più sulle necessità d base e sempre meno sui prodotti di fascia alta, tra cui il Pecorino Sardo DOP.
Di fronte a questa situazione del tutto straordinaria e drammatica, che è ben lungi dall’essere superata, il Consorzio di Tutela richiede sia a livello regionale che nazionale e comunitario interventi URGENTI destinati a sostenere la produzione della DOP, sia nel tipo DOLCE che nel tipo MATURO.
A tale riguardo:
  1. sostiene senz’altro la proposta avanzata alla Regione Sardegna dalla Coldiretti, affinché vengano stanziate somme adeguate per l’acquisto del Pecorino Sardo a breve maturazione da destinare alle FASCE SOCIALI PIU’ DEBOLI e sollecita l’apertura immediata di un tavolo virtuale sulla misura sotto la Cabina di Regia Regionale;
  2. auspica che a livello Nazionale e Comunitario possano essere adottate quanto prima misure a sostegno dell’AMMASSO, vista la sofferenza di molte cantine vicine al limite della capienza a causa del prodotto invenduto;
  3. Sollecita l’avvio di un PIANO STRAORDINARIO di PROMOZIONE sia a livello nazionale che internazionale, per rilanciare l’immagine ed il consumo dei prodotti italiani a Indicazione Geografica, a partire dai Pecorini DOP.
MARZO 2020
COMUNICATO STAMPA COVID-19 – Cagliari 11.03.2020
In Sardegna, la raccolta del latte e la produzione di Pecorino Sardo proseguono senza sosta, nonostante tutto!
Fatti i dovuti controlli, migliaia di forme a marchio DOP continuano e continueranno ad arrivare nei punti vendita, fiere testimoni di un MADE IN ITALY che resiste ed è ben lungi dal soccombere alle paure di questo tempo! 
Il prodotto certificato e marchiato è largamente presente sul territorio nazionale nei Punti Vendita della Distribuzione Organizzata e nelle più importanti Catene di Discount. Inoltre può essere acquistato ON LINE direttamente dai produttori della DOP che hanno attivato questo servizio.
L’elenco completo dei CASEIFICI CERTIFICATI è disponibile al seguente link 
Per riconoscere il prodotto certificato si raccomanda di verificare la presenza del MARCHIO DOP e del CONTRASSEGNO NUMERATO in ETICHETTA.
#iomangioitaliano
GENNAIO 2020
COMUNICATO STAMPA Cagliari, 24.01.2020
Partita da San Francisco la Campagna di Comunicazione 2020 del PECORINO SARDO DOP
E’ partita dalla California e più precisamente dal WINTER FANCY FOOD SHOW di San Francisco (19-21 Gennaio 2020) la Campagna di comunicazione del Consorzio di Tutela del Pecorino Sardo che nel corso del 2020 avrà una forte connotazione internazionale e si snoderà tra Europa e Stati Uniti.
Con la regia dell’Istituto per il Commercio Estero, sempre più proteso a contrastare la politica protezionistica americana con azioni forti e continuative a sostegno delle Indicazioni Geografiche, il MADE IN ITALY penalizzato dai DAZI è stato il grande protagonista del FANCY FOOD targato USA in molteplici iniziative di successo in cui sono stati coinvolti distributori ed importatori americani:
  • Show cooking nella Longe Italia,
  • degustazioni guidate in diverse Aree dedicate della Fiera,
  • eventi fuori Salone.
Davanti ad una platea qualificata di operatori del food, il Consorzio di Tutela ha quindi avuto la possibilità di presentare il Pecorino Sardo nelle sue due declinazioni, il dolce e il maturo, rimarcando il forte legame che lega questo formaggio alla sua zona di origine; il sistema di riconoscimento e rintracciabilità delle forme; il marchio ed i contrassegni distintivi della DOP.
Nei prossimi mesi la Campagna di promozione negli Stati Uniti proseguirà sotto l’insegna dei “3 PECORINI” in stretta sinergia con gli altri formaggi DOP della Sardegna, Pecorino Romano e Fiore Sardo attraverso un’intensissima attività di animazione nei Punti Vendita che andrà dalla East alla West Coast, coinvolgendo grandi e piccole Catene delle Distribuzione Alimentare per concludersi a Giugno 2020 con la partecipazione congiunta al SUMMER FANCY FOOD di NEW YORK.
La Campagna promozionale in Europa invece seguirà due direttrici
  • Da un lato farà tappa a Stoccolma, Madrid e Barcellona, dove il Pecorino Sardo approderà insieme ad alcuni dei più grandi formaggi Italiani DOP, l’Asiago, il Taleggio e il Gorgonzola per lanciare una serie di eventi rivolti soprattutto al settore della Ristorazione e del Catering
  • Dall’altro si sostanzierà in una intensa attività di animazione nei Punti Vendita della GDO che toccherà l’Italia, la Francia, la Germania e la Gran Bretagna dove il Pecorino Sardo si presenterà insieme al Pecorino Romano e al Fiore Sardo, sotto l’insegna dei “3 PECORINI”
19-21.01.2020
I 3 PECORINI DOP DELLA SARDEGNA VOLANO A SAN FRANCISCO per il  WINTER FANCY FOOD SHOW
Anche nel 2020  il PECORINO SARDO, il FIORE SARDO e il PECORINO ROMANO parteciperanno insieme alla più grande manifestazione fieristica della WEST COAST Americana, il Winter Fancy Food di San Francisco.
Dal 19 al 21 Gennaio 2020, con tanti altri espositori del Bel Paese, saranno infatti protagonisti di eventi, show cooking e degustazioni guidate al PADIGLIONE ITALIA, quest’anno Partner Country dello SHOW.
I potenziali partner commerciali delle imprese di produzione del Pecorino Sardo potranno così assaporarne il gusto e apprezzarne le caratteristiche organolettiche e sensoriali, oltre che imparare a conoscere i suoi ineguagliabili tratti distintivi legati alla storia e al legame con il territorio di origine.
10.01.2020 COMUNICATO per il CENTENARIO del CAGLIARI CALCIO 
Ci uniamo ai festeggiamenti del Cagliari Calcio per il suo CENTENARIO, ricordando gli indimenticabili ANNI ’90, quando il marchio PECORINO SARDO, appena creato, fece il giro di tutti gli Stadi, legandosi indissolubilmente alla Squadra del Cagliari.
Ancora oggi quegli anni sono vivissimi nella nostra memoria, oltre che nel cuore dei tifosi e della Sardegna intera. Un Sardo oggi potrà anche non sapere che quel MARCHIO esiste ancora ed è ben visibile sull’ ETICHETTA del Pecorino Sardo, ma senz’altro sa che un tempo era ben visibile sulle MAGLIE di Oliveira, Dario-Silva e compagni.

DICEMBRE 2019

17 Dicembre 2019: REPORT ISMEA sul mercato dei formaggi pecorini. Scenario attuale e potenzialità di sviluppo tra tradizione e modernità dei consumi

Il mondo dei formaggi pecorini richiama un quadro evocativo ricco di valori positivi, derivanti soprattutto dalla simbologia legata al latte ovino. Integrità, purezza,
semplicità e genuinità della materia prima conferiscono a questa categoria di formaggi un carattere di unicità e una spiccata personalità! Queste alcune delle conclusioni di un interessante indagine appena pubblicata dall’Ismea.

“L’allevamento ovicaprino, con un valore di circa 600 milioni di euro di latte e carne, rappresenta poco più dell’1% della produzione agricola italiana e, pur rivestendo un ruolo marginale nell’economia agricola nazionale, si conferma un settore determinante per la funzione sociale e ambientale di mantenimento e presidio del territorio in aree in cui altrimenti non sarebbero possibili altre attività produttive. Il latte proveniente dagli allevamenti nazionali è quasi esclusivamente destinato alla produzione di formaggi – circa 83mila tonnellate cui si aggiungono altre 10mila tonnellate di prodotti a latte misto -, di cui ben il 42% certificato da un marchio Dop. Circa un terzo dei pecorini italiani è destinato alle esportazioni, mentre gli altri due terzi sono riservati al mercato domestico.

Da diversi anni il settore versa in una situazione di criticità e la sopravvivenza degli allevamenti ovini nelle aree di maggiore concentrazione è messa a rischio da una serie di fattori che attengono principalmente ad aspetti strutturali e organizzativi della filiera. In particolare, la forte specializzazione di prodotto e la notevole concentrazione delle esportazioni in alcuni mercati di sbocco fa sì che le fluttuazioni della domanda internazionale – USA in particolare – siano in grado di influenzare l’intera filiera ovina italiana. Sul versante interno, inoltre, appaiono determinanti da un lato le politiche commerciali della distribuzione moderna, che assorbe la quasi totalità dell’offerta nazionale di pecorini, dall’altro le dinamiche della domanda al consumo, caratterizzata da una forte variabilità e da una spiccata concentrazione a livello territoriale e su segmenti maturi della popolazione.

Il REPORT COMPLETO è disponibile al seguente LINK 

12 Dicembre 2019: presentazione ufficiale di ATLANTE QUALIVITA 2020 

Alla presenza della Ministra delle Politiche Agricole Teresa BELLANOVA, l’Eurodeputato Paolo DE CASTRO, il Presidente di EDERDOC Riccardo Ricci Curbastro, il Presidente di ORIGINI ITALIA Cesare Baldrighi, Il Direttore Generale di TRECCANI Massimo Bray, il Presidente e il Direttore generale di QUALIVITA Cesare Mazzetti e Mauro Rosati è stato ufficialmente presentato L’ATLANTE QUALVITA 2020, alla sua decima edizione. Un compendio che racchiude e racconta tutte le 860 INDICAZIONI GEOGRAFICHE d’ITALIA di cui orgogliosamente anche il PECORINO SARDO fa parte.

Grazie a questa enciclopedica pubblicazione viene ancora una volta affermato il ruolo delle filiere italiane di qualità, le quali – più che per il loro valore economico – vanno difese e valorizzate in quanto espressione di storie, territori e culture senza pari a livello mondiale; storie e territori che nell’ATLANTE vengono sapientemente raccontati al consumatore attento alla qualità di ciò che acquista.

12 Dicembre 2019: Parte ufficialmente il PROGETTO #MANDIGOS, 

PROGETTO di EDUCAZIONE ALIMENTARE rivolto ai BAMBINI e ai RAGAZZI delle SCUOLE della SARDEGNA, ai loro INSEGNANTI e alle FAMIGLIE e promosso dalla Regione Sardegna e dall’Agenzia LAORE,  in collaborazione con i Consorzi di Tutela dei prodotti DOP e IGP della Regione.

L’educazione alimentare comincia dunque tra i banchi di scuola e nel corso dell’anno scolastico 2019/2020 si snoderà tra le 97 SCUOLE aderenti all’iniziativa attraverso la realizzazione di SEMINARI, LABORATORI SENSORIALI, DEGUSTAZIONI GUIDATE , VISITE ai SITI DI PRODUZIONE e anche attraverso un vero e proprio CONCORSO DI CUCINA rivolto agli operatori e ai gestori dei servizi di ristorazione scolastica.

Il Consorzio di Tutela del Pecorino Sardo da anni lavora a stretto contatto con insegnanti, famiglie e bambini della Scuola Primaria ed è pertanto ben lieto di far parte della squadra di #mandigos e di poter dare il proprio contributo alla crescita del consumo consapevole dei prodotti sardi, buoni, sani e di qualità certificata

 11 Dicembre 2019: la TRANSUMANZA DIVENTA PATRIMONIO CULTURALE DELL’UNESCO 

La “Transumanza”, pratica rurale tradizionale appartenente a Italia, Austria e Grecia, è stata iscritta nella Lista rappresentativa degli elementi dichiarati Patrimonio culturale immateriale dell’Unesco. La decisione è stata approvata oggi all’unanimità dai 24 Stati membri del Comitato intergovernativo, riuniti a Bogotà, in Colombia.

È la terza volta, dopo la pratica tradizionale della coltivazione della vite ad alberello della comunità di Pantelleria e l’arte dei muretti a secco, che viene attribuito questo prestigioso riconoscimento a una pratica rurale tradizionale.

La candidatura della “Transumanza”, avanzata nel marzo 2018 dall’Italia come capofila insieme alla Grecia e all’Austria, è stata coordinata a livello internazionale dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e ha visto il coinvolgimento diretto di tantissime comunità italiane che ne hanno mantenuto negli anni la vitalità, nonostante le difficoltà socio-economiche e lo spopolamento delle aree rurali.

La “Transumanza” quale elemento culturale, dal forte contenuto identitario, ha saputo nei secoli creare forti legami sociali e culturali tra i praticanti e i centri abitati attraversati, nonché rappresentare un’attività economica sostenibile caratterizzata da un rapporto peculiare tra uomo e natura, influenzando con la sua carica simbolica anche tutti i campi dell’arte.

 3 Dicembre 2019 PRESS EVENT a NEW YORK  “COME FOR THE CHEESE, STAY FOR THE CHEESE”

L’EVENTO, esclusivo nel suo genere, è stato animato da un esperto di formaggi che ha illustrato agli influenceurs e ai giornalisti americani presenti le specificità e le qualità uniche dei 3 Pecorini DOP della Sardegna: il Pecorino Sardo, il Fiore Sardo e il Pecorino Romano.

A ERIC SCHACK, CHEESEMONGER LOCALE, il compito dunque di coinvolgere e guidare il pubblico in sala. A New York dal 2015, dove ha collaborato con Eataly Downtown, per la supervisione del reparto Salumi e Formaggi, Schack recentemente ha raggiunto il Bedford Cheese Shop dove supervisiona tutti i prodotti caseari nelle diverse sedi di Manhattan e Brooklyn.

C’è qualcosa nel formaggi in particolare, che ti coinvolge“, ha spiegato “Poter dare a qualcuno un assaggio e vedere l’espressione sul suo viso, mentre tu descrivi da dove viene, è come portare chi ti ascolta a spostarsi semplicemente in quel posto….. Connettersi con gli altri attraverso i sapori, sarà probabilmente sempre la cosa che amo di più del mio lavoro”.

 

NOVEMBRE 2019

20 Novembre 2019 EVENTO A NEW YORK “I STAND WITH MADE IN ITALY”

 

Nel bel mezzo della SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO (18 – 24 Novembre 2019) Mercoledì 20 Novembre 2019 a New York il Pecorino Sardo insieme ad altri importanti formaggi italiani DOP è stato protagonista di un Evento promosso dall’Associazione I LOVE ITALIAN FOOD in collaborazione con l’AICNY – l’Associazione Italiana Cuochi di New York.

Davanti ad una platea qualificata di ristoratori e operatori del food e del settore Ho.Re.Ca, il Consorzio di Tutela ha illustrato le principali caratteristiche del Pecorino Sardo, il sistema di riconoscimento e rintracciabilità delle produzioni, i marchi ed i contrassegni distintivi della DOP.

Lanciato con l’ashtag #ISTANDWITHMADEINITALY, l’Evento ha voluto essere anche una risposta del Sistema Italia all’Italian Sounding e alla recente introduzione dei Dazi da parte dell’amministrazione americana che ha penalizzato – tra gli altri – anche i soft cheese from sheep’s milk not suitable for grating, tra cui il Pecorino Sardo Dolce. 

Per dare la giusta protezione alla DOP il Consorzio di Tutela nel corso del 2019 ha registrato il Marchio sia in senso figurativo che nominativo presso le competenti autorità statunitensi in quanto il prodotto è stabilmente presente sul mercato americano da qualche anno e presenta un grande potenziale di crescita. Il Pecorino Sardo viene apprezzato soprattutto come formaggio da tavola sia nella variante dolce che in quella matura.

Al 30 Settembre 2019 sono state esitate oltre oceano più di 5.200 forme.

OTTOBRE 2019

Parte la terza annualità del Progetto di Internazionalizzazione dei Pecorini DOP della Sardegna

Con la Fiera di ANUGA a Colonia è partita la terza ed ultima annualità del progetto di Promozione dei 3 Pecorini DOP della Sardegna che si concluderà a Giugno 2020. Molteplici gli eventi e le attività in calendario che si snoderanno tra l’Italia e gli Stati Uniti passando per Francia, Germania e Regno Unito.

Fiere internazionali, animazioni in centinaia di Punti vendita, collaborazioni con grandi Chef, pubblicità su riviste specializzate, produzione e diffusione di materiale informativo ci aiuteranno a raccontare ad un pubblico vastissimo – che va dall’operatore commerciale al consumatore finale – la storia, le tradizioni, la bellezza e l’unicità della Zona di Origine del Pecorino Sardo DOP ed il nostro sistema di identificazione e certificazione delle produzioni basato sul CONTROLLO, sulla QUALITA’ e sul RIGORE.

Nuovo Tour Europeo insieme ai Grandi Formaggi DOP 

Prenderà avvio nel 2020 il nuovo Tour Europeo del Pecorino Sardo insieme ad alcuni importanti formaggi DOP Italiani: l’Asiago. il Taleggio ed il Gorgonzola.

Un Tour con due tappe: in Svezia e Spagna in cui con una serie di eventi – al momento in fase di pianificazione – ci rivolgeremo soprattutto ad operatori del food e della ristorazione per far conoscere e apprezzare quattro delle più belle storie del nostro Paese!

DAZI USA

In data 22 Ottobre alla Commissione agricoltura della Camera c’è stata una audizione alla quale hanno partecipato i vertici di ORIGIN ITALIA, Associazione che rappresenta tutti i prodotti italiani a Indicazione Geografica di cui anche il Consorzio del Pecorino Sardo fa parte. Durante l’incontro è stata presentata la realtà di Origin Italia, ponendo l’attenzione sui prodotti  IG colpiti dai dazi USA e spiegando come gli effetti di tali misure sul mercato potranno vedersi solo nei prossimi mesi. Se si produrranno situazioni di crisi occorrerà chiedere misure di compensazione all’Unione Europea, specificando che l’intervento più necessario ed efficace è il cofinanziamento dei progetti promozionali nel quadro del Regolamento UE n.1144/14 , da orientare sul mercato USA, ribadendo  la necessità di utilizzare gli strumenti del programma Made in Italy per promuovere le DOP e le IGP attraverso l’esperienza e l’apporto di professionalità che solo il sistema dei Consorzi di Tutela può garantire. Inoltre, in tale contesto, diventa indispensabile assicurare il rifinanziamento della legge 499 per sostenere i progetti di salvaguardia e promozione dei Consorzi di tutela e delle loro Associazioni. DOP e IGP rappresentano un interesse strategico per il paese e dunque è interesse generale sostenere le azioni per tutelarli e valorizzarli.
 

SETTEMBRE 2019

Lancio di OVINUS 

C’è chi li chiama Cheese Awards, chi addirittura World Cheese Awards…noi abbiamo scelto di chiamarlo OVINUS e di dedicarlo esclusivamente ai formaggi di pecora per rendere omaggio alla tradizione millenaria della nostra terra e alle mille declinazioni dei suoi pecorini esportati in tutto il mondo. Mercoledì 25 Settembre 2019 alle ore 16.00 presso la Camera di Commercio di Nuoro, Ovinus verrà presentato ad una qualificata platea di operatori, giornalisti e rappresentanti dei Consorzi di Tutela italiani ed esteri in occasione di un Seminario dedicato al settore lattiero-caseario ovino. All’evento seguirà un EDUCATIONAL TOUR che farà tappa anche presso uno stabilimento di produzione del Pecorino Sardo DOP. L’iscrizione al CONCORSO è gratuita ed è aperta a tutti i produttori di formaggi ovini italiani ed esteri.

Le adesioni dovranno pervenire entro il 10 Dicembre 2019. REGOLAMENTO e DETTAGLI su OVINUS.it